Le autorità svizzere online

Direttamente al contenuto

Di quali entrate potrà beneficiare il futuro pensionato?

In Svizzera, le donne dai 64 anni e gli uomini dai 65 anni percepiscono la rendita AVS alla quale si aggiungono le prestazioni della previdenza professionale ed eventualmente della previdenza privata. L’AVS, la previdenza professionale e la previdenza privata sono i tre pilastri del sistema svizzero di previdenza per la vecchiaia.

La rendita AVS (primo pilastro)

Quale sarà l’importo della rendita AVS?

L’importo della rendita AVS dipende da vari fattori:

  • gli anni di contribuzione
  • l’ammontare del reddito
  • eventuali accrediti per compiti educativi o assistenziali.

Sia i lavoratori che i datori di lavoro sono soggetti all’obbligo di contribuzione. I contributi sono dedotti direttamente dal salario.
Beneficiano di una rendita completa le persone che hanno adempiuto integralmente all’obbligo di contribuzione. È il caso se il lavoratore, dai 20 anni fino all’età di pensionamento, e il suo datore di lavoro hanno pagato ininterrottamente i contributi AVS.

La legge prevede che la rendita massima non può essere superiore al doppio della rendita minima.

Come si calcola la rendita per i coniugi?

Per i coniugi vale la seguente regola: i redditi accumulati durante il matrimonio sono suddivisi a metà tra i due coniugi.

La ripartizione dei redditi avviene se:

  • i due coniugi hanno diritto a una rendita AVS o AI;
  • una vedova o un vedovo ha diritto a una rendita di vecchiaia;
  • il matrimonio è sciolto per divorzio.

La somma delle rendite individuali di una coppia sposata non può essere superiore al 150 per cento della rendita massima. Se questo limite è superato, le rendite individuali vengono ridotte di conseguenza.

Occorre attendere fino all’età dell’AVS?

In Svizzera l’età di pensionamento inizia a 64 anni per le donne e a 65 anni per gli uomini. La riscossione della rendita AVS può essere anticipata di uno o due anni. La previdenza professionale dà invece la possibilità di chiedere il pensionamento anticipato, al più presto a partire da 58 anni. Ovviamente in caso di pensionamento anticipato la rendita è ridotta.

La riscossione della rendita di vecchiaia AVS può essere rinviata di un anno almeno e di cinque anni al massimo. In tal caso la rendita di vecchiaia mensile sarà più elevata. Anche nel caso della previdenza professionale è possibile un rinvio. Vi sono numerose varianti che si ripercuotono in maniera diversa sul reddito. La cosa migliore è lasciarsi consigliare dalla propria cassa pensione.

A quanto ammonterà la rendita?

È possibile ottenere una stima della propria futura rendita AVS direttamente online oppure prendere contatto con la propria cassa di compensazione per ottenere gratuitamente una stima della rendita. In entrambi i casi il calcolo basato sui dati forniti e sulle disposizioni legali in vigore al momento del calcolo di previsione è soltanto indicativo. Fa stato unicamente il calcolo effettivo della rendita al momento del pensionamento.

Stima dell'ammontare della futura rendita AVS

Richiesta di calcolo di una rendita futura

La previdenza professionale (secondo pilastro)

La previdenza professionale è obbligatoria per tutti i lavoratori. Inizia con l’accesso alla vita attiva, al più presto a partire da 17 anni, se il reddito è superiore a 21 330 franchi. Sia i lavoratori che i datori di lavoro sono soggetti all’obbligo di contribuzione. I contributi sono dedotti direttamente dal salario.

La rendita è calcolata in base ai contributi versati nel corso della vita attiva. Dipende inoltre dal regolamento della cassa pensioni. Il totale dei contributi costituisce l’avere di vecchiaia che è possibile riscuotere sotto forma di rendita di vecchiaia oppure, parzialmente, come capitale.

La rendita è calcolata mediante l’«aliquota di conversione». L’aliquota di conversione minima è stabilita per legge e attualmente è fissata a 6,8 per cento (per uomini e donne in età ordinaria di pensionamento AVS).

Esempio

Se nel corso della vita una persona ha accumulato un avere di vecchiaia di 400 000 franchi e l’aliquota di conversione LPP è di 6,8 per cento, la rendita vitalizia sarà di 27 200 franchi all’anno, ossia 2267 franchi al mese.

La previdenza privata (terzo pilastro)

Il terzo pilastro, su base volontaria, è costituito dai risparmi privati in previsione della vecchiaia. I versamenti nel terzo pilastro beneficiano in parte di agevolazioni fiscali.