Le autorità svizzere online

Direttamente al contenuto

Come funziona la previdenza per la vecchiaia in Svizzera?

La previdenza per la vecchiaia in Svizzera si basa sul sistema dei tre pilastri. L’AVS e l’assicurazione per l’invalidità (AI), assieme alle prestazioni complementari (che intervengono laddove le rendite e il reddito non coprono il minimo esistenziale), formano il primo pilastro, che ha lo scopo di coprire il fabbisogno vitale ed è obbligatorio. La previdenza professionale (cassa pensione), pure obbligatoria, forma il secondo pilastro. Il terzo pilastro costituisce la previdenza individuale facoltativa.

Primo pilastro/AVS: previdenza statale

Il primo pilastro rappresenta l’assicurazione per la vecchiaia e i superstiti (AVS). Vi rientrano anche l’assicurazione per l’invalidità (AI), le indennità per perdita di guadagno per chi presta servizio e in caso di maternità (IPG) e l’assicurazione contro la disoccupazione (AD).

Assicurazione vecchiaia e superstiti (AVS)

Secondo pilastro: previdenza professionale

Sono assicurati tutti i salariati soggetti all’AVS che conseguono un reddito annuo di almeno 21 150 franchi (stato: 2017). L’obbligo assicurativo comincia il primo giorno del rapporto di lavoro, ma non prima di aver compiuto i 17 anni. Inizialmente – fino ai 24 anni compiuti – i contributi coprono unicamente i rischi di decesso e invalidità. Dall’anno seguente il compimento del 24° anno di età e fino alla cessazione dell’attività lucrativa viene accumulato anche il risparmio per la rendita di vecchiaia.

Contributi volontari

Non sottostanno all’assicurazione obbligatoria per esempio gli indipendenti e i salariati assunti per un periodo limitato non superiore ai tre mesi, i quali hanno tuttavia la possibilità di assicurarsi volontariamente per una previdenza minima.

Previdenza professionale (cassa pensione)

Terzo pilastro: previdenza privata

Le persone con attività lucrativa possono stipulare un’assicurazione di previdenza individuale (pilastro 3a), deducibile dalle imposte, su base volontaria. Per ulteriori informazioni in merito al terzo pilastro vedasi "Il pilastro 3a, - la previdenza privata per la vecchiaia".