Le autorità svizzere online

Direttamente al contenuto

Prelievo anticipato dei fondi della cassa pensione

In alcuni casi è possibile prelevare i fondi pensionistici (averi di vecchiaia) già prima dell'età pensionabile: in caso di acquisto della propria abitazione, dell'avvio di un'attività lucrativa indipendente o di partenza definitiva dalla Svizzera.

Prelievo anticipato per l'acquisto di una residenza primaria

È possibile utilizzare i propri fondi pensionistici per acquistare un'abitazione, per ammortizzare un'ipoteca o acquistare quote di partecipazione a cooperative di costruzione di abitazioni. Limitazioni:

  • il prelievo anticipato può essere richiesto al massimo ogni cinque anni;
  • fino a 50 anni è possibile ritirare l'intero capitale pensionistico;
  • dopo i 50 anni è prevista una limitazione del prelievo anticipato;
  • chi è coniugato necessita del consenso scritto del coniuge (l'unione registrata è assimilata al matrimonio);
  • in caso di alienazione della propria abitazione occorre, di regola, restituire l'importo prelevato;
  • un prelievo anticipato riduce le rendite di vecchiaia, d’invalidità e per i superstiti.

Procedura

Dal proprio istituto di previdenza (cassa pensioni o istituto di libero passaggio) si possono ottenere informazioni sulle modalità di prelievo, sulle scadenze e sui documenti necessari.

Prelievo anticipato in caso di avvio di un'attività lucrativa indipendente

Un prelievo in contanti dei propri averi pensionistici è possibile anche quando si avvia un'attività lucrativa indipendente e non si sottostà più alla previdenza professionale obbligatoria.

Procedura

Occorre fornire all'istituto di previdenza la prova dell'avvio dell'attività lucrativa indipendente: contratti di locazione, acquisto di materiale, conferma AVS, iscrizione nel registro di commercio ecc. La richiesta deve pervenire all'istituto di previdenza entro un anno dall'inizio dell'attività lucrativa indipendente. Chi è coniugato necessita del consenso scritto del coniuge (l'unione registrata è assimilata al matrimonio).

Partenza definitiva dalla Svizzera

Un pagamento in contanti degli averi pensionistici è possibile quando si può dimostrare che si lascia definitivamente la Svizzera per stabilirsi all'estero.

Pagamento in caso di partenza per uno Stato dell’UE/AELS

Chi lascia la Svizzera per stabilirsi in uno Stato dell’UE/AELS di regola non può ottenere il versamento degli averi della previdenza professionale obbligatoria poiché nel nuovo Stato di residenza è già obbligatoriamente assicurato per le prestazioni di vecchiaia, invalidità e superstiti. La parte obbligatoria degli averi previdenziali deve quindi rimanere in Svizzera su un conto vincolato (conto o polizza di libero passaggio) e può essere versata soltanto una volta raggiunta l'età di pensionamento. La parte cosiddetta sovraobbligatoria degli averi pensionistici può tuttavia essere versata in contanti. La parte obbligatoria e quella sovraobbligatoria figurano sul certificato personale sotto la rubrica "Informazioni previdenziali".

Procedura

Contattare la cassa pensioni dell'ultimo datore di lavoro o l'istituto di libero passaggio presso il quale si dispone di un conto o di una polizza documentando l'intenzione di espatriare e la destinazione del trasferimento.

Assicurazioni sociali – partenza definitiva dalla Svizzera – informazioni per cittadini stranieri