Le autorità svizzere online

Direttamente al contenuto

Effetti economici del matrimonio – regime dei beni

Con il regime dei beni si stabilisce che cosa appartiene a chi durante il matrimonio e come saranno divisi patrimonio e debiti in caso di divorzio o di morte. In Svizzera esistono tre regimi matrimoniali diversi: partecipazione agli acquisti, comunione dei beni, separazione dei beni.

Partecipazione agli acquisti / comunione differita delle acquisizioni patrimoniali

Sempre che non si siano accordatati diversamente, i coniugi adottano il regime dei beni ordinario della cosiddetta partecipazione agli acquisti:

  • i coniugi hanno patrimoni separati
  • i coniugi restano proprietari dei beni propri, ossia dei beni che possedevano al momento dell’unione, di quelli di cui è stato loro fatto dono personalmente durante il matrimonio oppure di quelli che hanno ereditato, e li amministrano indipendentemente
  • i risparmi accumulati durante il matrimonio (“acquisti”, ad es. stipendio, interessi, contributi di previdenza) sono utilizzati e amministrati da ognuno in maniera indipendente
  • al momento dello scioglimento del regime dei beni (divorzio, morte, nuovo regime matrimoniale) gli acquisti sono suddivisi in parti uguali
  • in linea di principio, ogni coniuge risponde dei propri debiti con i suoi beni (cosiddette masse di beni), a meno che i debiti siano stati contratti con il consenso dell'altro coniuge o si sia trattato di spese per il fabbisogno quotidiano

Comunione dei beni

Per sottostare a questo regime dei beni i coniugi devono sottoscrivere una convenzione matrimoniale. Durante il matrimonio si distinguono tre categorie di beni (cosiddette masse di beni):

  • i beni propri della moglie
  • i beni propri del marito
  • i beni comuni appartenenti a entrambi

I beni comuni comprendono patrimonio e reddito dei coniugi esclusi gli oggetti designati come beni propri dalla legge (oggetti personali) o da una convenzione matrimoniale. I beni comuni appartengono in ugual misura a entrambi i coniugi, sono amministrati in comune e in caso di scioglimento del regime matrimoniale vengono suddivisi tra marito e moglie.

In funzione del tipo di debito la moglie o il marito risponde soltanto con la metà dei beni comuni o con i beni propri oppure con tutti i beni della comunione e i beni propri. In particolare per i debiti contratti per coprire il fabbisogno quotidiano i coniugi rispondono con tutti i beni della comunione e i beni propri.

Separazione dei beni

Questo regime non prevede beni né debiti in comune. Marito e moglie restano proprietari dei propri beni e li amministrano indipendentemente. Uno scioglimento non comporta di conseguenza la loro suddivisione. La separazione dei beni può essere decisa dai coniugi mediante una convenzione matrimoniale. Una convenzione matrimoniale deve essere autenticata da un notaio.

Liquidazione del regime dei beni

Si procede alla liquidazione del regime dei beni in caso di:

  • divorzio o separazione
  • decesso del coniuge
  • convenzione di un altro regime dei beni
  • annullamento del matrimonio

 In caso di liquidazione, i beni portati in dote o acquistati durante il matrimonio (mobili, beni immobili, denaro, titoli) vengono suddivisi tra i coniugi. Se sono stati contratti debiti, andrà accertato e stabilito chi se ne fa carico.