Le autorità svizzere online

Direttamente al contenuto

Durata, disdetta: quali condizioni vigono nel periodo di prova?

Il periodo di prova dura da uno a tre mesi. Il termine di disdetta è di sette giorni. In caso di malattia, incidente o gravidanza non c’è alcuna protezione dalle disdette.

Nel nuovo contratto di lavoro è fissato un periodo di prova di tre mesi. Il termine di disdetta è di sette giorni. È corretto? Entrambi i termini sono corretti e sono conformi alle disposizioni legali. Datori di lavoro e lavoratori possono tuttavia convenire altre norme.

Durata del periodo di prova

Per il contratto di lavoro di durata indeterminata il primo mese vale come periodo di prova. Si può però anche rinunciare al periodo di prova. Oppure lo si può fissare in un massimo di tre mesi.

Il periodo di prova viene concordato per scritto. Dev’essere di pari durata per datori di lavoro e lavoratori.

Per il contratto di tirocinio si può convenire un periodo di prova che dura da uno a tre mesi. Eccezionalmente, il periodo di prova può essere prorogato fino a sei mesi. A tal fine occorre il consenso delle autorità cantonali. E la proroga deve essere decisa prima della scadenza del periodo di prova originale.

Per i rapporti di lavoro di durata determinata

Per i rapporti di lavoro di durata determinata la legge non prevede un periodo di prova, che tuttavia può essere concordato.

Proroga del periodo di prova

Termini di disdetta

Durante il periodo di prova vale un termine di disdetta di sette giorni civili. La disdetta può essere data in qualsivoglia giorno e deve giungere alla controparte ancora durante il periodo di prova.
È possibile comunicare la disdetta a voce, salvo che nel contratto di lavoro sia stata convenuta la disdetta per scritto.

Per la disdetta non è obbligatoria una motivazione, che però può essere richiesta.

Datori di lavoro e lavoratori possono convenire altre norme per il termine di disdetta nel periodo di prova.

Malattia, incidente, gravidanza

In caso di incidente o malattia durante il periodo di prova quest’ultimo può essere prorogato oltre i tre mesi.

Il datore di lavoro ha però anche il diritto di disdire il contratto di lavoro. Durante il periodo di prova, in caso di incidente o malattia non c’è alcuna protezione dalle disdette. Ciò vale anche nel caso di una gravidanza nel periodo di prova. La lavoratrice non è tuttavia tenuta a notificare al datore di lavoro di essere incinta.