Le autorità svizzere online

Direttamente al contenuto

Incapacità di discernimento: chi rappresenta i miei interessi?

A seguito di un incidente non siete più in grado di comunicare. Oppure a causa di un malattia non siete più in grado di badare a voi stessi. Avete quindi bisogno qualcuno che si occupi delle vostre questioni e che prenda le decisioni importanti. Con un mandato precauzionale potete indicare chi dovrebbe essere questa persona.

Secondo la legge è capace di discernimento chi sa agire ragionevolmente. A seguito di una malattia o di un incidente una persona può perdere la capacità di discernimento e può quindi non essere più in grado di gestire in modo autonomo le sue questioni personali o finanziarie. L’incapacità di discernimento può essere temporanea oppure assumere carattere permanente.

Chi non è capace di discernimento ha bisogno di una persona che rappresenta i suoi interessi e che lo assiste. La legge conferisce tale compito al coniuge oppure al partner registrato e consente loro di gestire le questioni correnti, ma non - ad esempio – di vendere o comperare un immobile. Per questo genere di operazioni deve essere coinvolta anche l’Autorità di protezione dei minori e degli adulti (APMA).

Per le persone sole l’APMA assume fin dall’inizio tali compiti oppure designa un curatore.

È però possibile designare anticipatamente una persona di fiducia mediante un cosiddetto “mandato precauzionale”. I compiti possono essere attribuiti esclusivamente a una singola persona oppure ad alcune persone che si occupano di ambiti diversi.

Requisiti relativi al mandato precauzionale

Il mandato precauzionale deve soddisfare i seguenti requisiti:

  • Può assumere due forme distinte.Può essere scritto di proprio pugno, datato e firmato. Può essere elaborato in comune con un notaio che provvede ad autenticarlo. 
  • Il mandato deve indicare con precisione i compiti che sono attribuiti alla persona incaricata. Possono esserle conferiti tutti o solo alcuni dei compiti che spetterebbero ad un eventuale curatore.  
  • Deve essere indicata anche la remunerazione della persona incaricata. In caso contrario l’APMA stabilisce una remunerazione adeguata.
  • Il mandato precauzionale può essere modificato o revocato in ogni momento.

In Internet si possono trovare modelli e promemoria relativi al mandato precauzionale.

Conservazione del documento

Potete conservare voi il documento, ma assicuratevi che in caso di necessità possa essere reperito. Potete anche comunicare all’ufficio di Stato civile il luogo in cui custodite il documento, che potrà così essere reperito in modo semplice e veloce. Questa procedura costa 75 franchi. In alcuni Cantoni il mandato precauzionale può essere depositato presso un’autorità, come l’APMA, il tribunale che si occupa del diritto di famiglia oppure il notariato pubblico.

Quando si verifica una incapacità di discernimento

L’incapacità di discernimento di una persona deve essere confermata dalla competente autorità di protezione dei minori e degli adulti che verifica anche l’eventuale esistenza di un mandato precauzionale e ne controlla il contenuto:

  • Il mandato è valido? Adempie i requisiti formali? L’autore del mandato era capace di discernimento al momento della sua stesura?
  • La persona indicata nel mandato è idonea ad assumere il ruolo di curatore? È all’altezza del compito?

Qualora non sia indicata nel mandato precauzionale, la remunerazione del curatore è decisa dall’APMA.

A questo punto la persona designata decide se accettare o meno il mandato. In caso di accettazione l’APMA le consegna il documento di rappresentanza e ha in tale modo adempiuto il suo compito. Successivamente interviene solo nel caso in cui potessero essere pregiudicati gli interessi della persona oggetto della curatela.

Procura

L’istituto della procura esplica effetti analoghi a quelli del mandato precauzionale. In linea di principio però essa è già valida dal momento in cui viene conferita. Oggi non è più possibile in caso di incapacità di discernimento istituire una rappresentanza attraverso il conferimento di una procura. Inoltre soprattutto le banche spesso non sono più disposte ad accettare le procure nei casi in cui il mandante sia divenuto incapace di discernimento