Le autorità svizzere online

Direttamente al contenuto

Lista di controllo per il trasloco

Trasloco in vista: pensato a tutto? Anche al fatto di dover notificare la partenza al vecchio Comune e l’arrivo al nuovo Comune oppure il cambiamento di indirizzo all’ufficio postale? La lista di controllo riportata qui di seguito funge da promemoria durante tutte le fasi del trasloco.

Prima del trasloco

  • Stipulare un nuovo contratto di locazione (o un contratto di compravendita) e rescindere il precedente entro i termini prescritti, di preferenza con lettera raccomandata.
  • Chiedere al datore di lavoro il giorno di congedo al quale, di norma, si ha diritto. A determinate condizioni, per esempio in caso di distanze di una certa importanza, il congedo può essere più lungo.
  • Comunicare tempestivamente il trasloco al vecchio Comune di domicilio (informarsi dapprima presso l’ufficio del controllo degli abitanti se è necessario presentarsi di persona).
  • Se si possiede un cane, notificarne la partenza e l’arrivo rispettivamente al vecchio e al nuovo Comune di domicilio.
  • Informare il caposezione militare, l'ufficio del Servizio civile o della Protezione civile del vecchio Comune di domicilio.
  • Informare l'ufficio della circolazione (se si cambia Cantone, informare l'ufficio della circolazione del nuovo Cantone).
  • Prendere contatto con gli insegnanti e le autorità scolastiche se si hanno figli in età scolastica.
  • Informare l'ufficio postale di riferimento del vecchio Comune di domicilio (ordine di rispedizione).
  • Informare i fornitori di elettricità, gas e acqua per far effettuare la lettura dei contatori.
  • Informare l'operatore di telefonia fissa (disdire l’allacciamento della vecchia linea telefonica, la connessione a Internet e alla TV digitale e attivare i nuovi servizi).
  • Informare Billag (radio e televisione).
  • Comunicare il nuovo indirizzo a: banca, datore di lavoro, cassa di compensazione (pensionati e liberi professionisti), medico, dentista, cassa malati, assicurazioni, case editrici di giornali e riviste cui si è abbonati, segreteria delle associazioni di cui si è membri ecc.
  • Informarsi presso il nuovo amministratore, la polizia e il Comune se sono necessari particolari permessi (p. es. per l’utilizzo di spazi pubblici) se, durante le operazioni di trasloco, si prevede di occupare dei posti di parcheggio o delle aree pubbliche per un periodo prolungato.

Cambiamento dell’indirizzo di domicilio: ordine di rispedizione presso l’ufficio postale

Il giorno del trasloco

  • Eseguire un controllo dei locali con il locatore (o il proprietario) del vecchio alloggio (protocollo di uscita).
  • Riconsegnare tutte le chiavi, contro ricevuta.
  • Eseguire un controllo dei locali con il locatore (o il proprietario) del nuovo alloggio (protocollo di entrata).

Dopo il trasloco

  • Notificarsi per tempo (di norma entro 14 giorni) all’ufficio del controllo degli abitanti del nuovo Comune di domicilio (che si occupa di informare l'autorità fiscale).
  • Se si possiede un cane, notificarlo all’ufficio del controllo degli abitanti del nuovo Comune di domicilio.
  • Informare il caposezione militare, l'ufficio del Servizio civile o della Protezione civile del nuovo Comune di domicilio.