Le autorità svizzere online

Direttamente al contenuto

Rendiconto dell'imposta sul valore aggiunto

L’imposta sul valore aggiunto influenza la vostra contabilità e il relativo rendiconto può essere allestito nel seguente modo:

  • rendiconto effettivo (dichiarazione della cifra d’affari conseguita e dell’imposta precedente deducibile): dovete inoltrare un rendiconto ogni tre mesi;
  • rendiconto con l’ausilio di aliquote saldo: dovete dichiarare ogni sei mesi la vostra cifra d’affari (incl. L’imposta sul valore aggiunto esposta nella fattura ai vostri clienti), moltiplicandola per l’aliquota saldo autorizzata dall’Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC). In questo modo si tiene conto in maniera forfetaria dell’imposta precedente, che non deve essere determinata.

Inoltrate il modulo di rendiconto spontaneamente entro 60 giorni dalla fine del periodo di rendiconto e pagate contemporaneamente il debito fiscale. Se durante un periodo di rendiconto vantate un credito nei confronti dell’AFC, il denaro vi viene pagato entro 60 giorni dalla ricezione del modulo di rendiconto da parte di quest’ultima.

In quale periodo di rendiconto va dichiarata l’imposta e va detratta l’imposta precedente dipende dal sistema di rendiconto che scegliete. Di massima, è determinante il momento della fatturazione o della ricezione della fattura. Potete altresì chiedere di dichiarare l’imposta e l’imposta precedente nel rendiconto nel quale avviene il pagamento. Dovete mantenere tale scelta per tutta la durata di un periodo fiscale (anno civile).

Imposta sul valore aggiunto: panoramica sui termini e le scadenze