Direttamente al contenuto

FAQ - Domande e risposte

Trovate qui le risposte alle domande più frequenti relative alle elezioni federali. Le risposte si fondano sulle basi legali seguenti: la Costituzione federale, la Legge federale sui diritti politici e l’Ordinanza sui diritti politici.

Candidati

A chi devo rivolgermi se intendo candidarmi alle elezioni federali?

Se decidete di candidarvi al Consiglio degli Stati o al Consiglio nazionale, potete farlo rivolgendovi all’autorità competente in materia di diritti politici nel vostro Cantone, oppure contattando direttamente la segreteria del partito o movimento politico per il quale intendete correre. Per maggiore informazioni: Come candidarsi al CN e Come candidarsi al CdE.

Di quanti seggi dispone il mio Cantone al Consiglio nazionale e al Consiglio degli Stati ?

Ogni Cantone dispone di almeno un seggio in ogni Camera.
In Consiglio nazionale sono disponibili in totale 200 seggi: ogni Cantone dispone di un numero di seggi proporzionale alla sua popolazione.
In Consiglio degli Stati vi sono 46 seggi disponibili: ogni Cantone dispone di 2 seggi; i Cantoni di AI, AR, BS, BL, OW e NW (ex semi-Cantoni) di un solo seggio.
Nel dettaglio, i seggi a disposizione, Cantone per Cantone: Quanti seggi in Parlamento

Come viene definito il numero di seggi di cui dispone un Cantone al Consiglio nazionale?

È possibile eleggere una persona che non compare su nessuna lista, ossia una persona che non è candidata al Consiglio nazionale?

In generale è possibile eleggere unicamente le persone che sono ufficialmente candidate al Consiglio nazionale, ossia le persone che hanno espresso chiaramente la volontà di essere candidati, riempiendo criteri precisi e seguendo una specifica procedura di candidatura. Tuttavia, nei Cantoni di Uri, Glarona, Appenzello interno e Appenzello esterno, non vi è nessuna procedura per il deposito delle candidature al Consiglio nazionale. In questi Cantoni non è dunque necessario candidarsi per essere eletto: tutti gli aventi diritto di voto possono essere candidati.

Una persona binazionale può candidarsi al Parlamento?

Vi è un limite di legislature per la carica di parlamentare?

Non esiste un limite di legislature definito a livello federale. I Cantoni possono decidere autonomamente di introdurre un limite. Per esempio, nel Canton Giura è prevista una limitazione: i consiglieri agli Stati giurassiani possono essere rieletti soltanto due volte di seguito.

È possibile candidarsi al Consiglio nazionale e al contempo al Consiglio degli Stati ?

Nel rispetto delle condizioni di eleggibilità per il Consiglio nazionale e per il Consiglio degli Stati, è possibile candidarsi per entrambe le cariche. Tuttavia, la Costituzione federale ritiene incompatibili le funzioni di membro del Consiglio nazionale e del Consiglio degli Stati. In caso di elezione a entrambe le camere, occorrerà scegliere quale delle due cariche assumere.

È necessario essere già stato eletto a livello comunale o cantonale per candidarsi al Consiglio nazionale?

No, possono candidarsi tutte le persone maggiorenni di nazionalità svizzera, purché non siano sotto curatela generale a causa di durevole incapacità di discernimento .

Svizzeri e Svizzere all’estero

Gli Svizzeri all’estero possono essere candidati al Consiglio nazionale e al Consiglio degli Stati?

Le Svizzere e gli Svizzeri all’estero possono candidarsi al Consiglio nazionale se riempiono i requisiti di base e se sono iscritti al catalogo elettorale.
L’elezione al Consiglio degli Stati è invece un’elezione cantonale: spetta ai Cantoni definire le regole, dunque anche le condizioni di eleggibilità, che variano da Cantone a Cantone.

Maggiori informazioni: Candidarsi al Parlamento: requisiti, modalità, autorità competenti

Gli Svizzeri all'estero possono candidarsi anche se non sono iscritti nel catalogo elettorale?

Le Svizzere e gli Svizzeri all’estero che desiderano candidarsi al Consiglio nazionale devono farsi iscriversi nel catalogo elettorale entro il giorno dell'elezione.

Che cosa devono indicare alle voci "numero postale d'avviamento" e "domicilio" gli Svizzeri all'estero candidati al Consiglio nazionale?

L'indirizzo dell'effettivo domicilio all'estero (compreso lo Stato) e, tra parentesi, il comune svizzero di voto. L'indicazione dell'effettivo domicilio all'estero consente alle autorità e agli elettori di identificare i candidati come Svizzeri all'estero e l'indicazione del comune di voto di riconoscerli quali elettori.

Stranieri in Svizzera

Un cittadino straniero può essere il rappresentante di una lista di candidati per l'elezione del Consiglio nazionale?

No. A livello federale è necessario avere il diritto di voto e dunque avere la nazionalità svizzera per essere rappresentante di una lista di candidati.

Firmatari e proposte di candidature

È indispensabile fornire informazioni supplementari (quali professione, data di nascita, luogo d’origine) di tutti i firmatari di ogni lista di candidati per l'elezione al Consiglio nazionale?

No. Le informazioni supplementari relative ai firmatari devono essere fornite solo se le prime informazioni non permettono d’identificarli facilmente. Sono invece sempre obbligatorie per i candidati.

Donne e elezioni

Quante donne siedono in Parlamento?

Da quando le donne possono votare?

Storia

Quando si svolsero le prime elezioni del parlamento svizzero?

Quanti anni rimangono in carica i parlamentari?

Partiti politici

Come creare un partito politico?

Chi finanzia i partiti politici ?

Il finanziamento dei partiti non è regolamentato a livello federale, mentre a livello cantonale solo alcuni Cantoni prevedono l’obbligo di informare sulle fonti di finanziamento. Maggiori informazioni su “Finanziamento dei partiti politici”

Domicilio dei candidati

È possibile candidarsi e dunque essere eleggibili per il Consiglio nazionale in un Cantone diverso rispetto a quello in cui si ha il domicilio civile o politico?

Sì. I membri del Consiglio nazionale rappresentano l'intero Popolo svizzero e non soltanto un determinato Cantone; quest'ultimo è unicamente il circondario elettorale. I candidati al Consiglio nazionale non hanno perciò bisogno di avere il domicilio civile o politico nel loro circondario elettorale.

Un consigliere nazionale può continuare il suo mandato anche se durante la legislatura cambia domicilio, rimanendo nel proprio Cantone, traslocando in un altro Cantone oppure all’estero?

Sì. I membri del Consiglio nazionale sono eletti per quattro anni. Rappresentano l’intero Popolo svizzero e non soltanto un determinato Cantone; quest’ultimo è unicamente il circondario elettorale. I candidati al Consiglio nazionale non hanno perciò bisogno di avere neppure il domicilio politico nel loro circondario elettorale.

Liste e termini di candidatura

Una proposta di candidatura per il Consiglio nazionale presentata troppo tardi è valida?

No. Le proposte di candidatura devono giungere al Cantone entro il termine per la presentazione delle proposte.

Candidature multiple

Un partito può presentare più proposte di candidatura con differenti designazioni nelle quali figurano gli stessi candidati?

No. Ciò è escluso. Per le medesime elezioni al Consiglio nazionale nessuno può candidarsi su più di una lista.

Età e eleggibilità

Ci sono un'età minima e un'età massima per essere candidati al Consiglio nazionale?

L'età minima è di 18 anni compiuti al più tardi il giorno dell’elezione (20 ottobre 2019 in questo caso). Per contro, la Costituzione federale non prevede un'età massima per l'elezione al Consiglio nazionale.

Elettori

Come occorre procedere con gli aventi diritto di voto che cambiano domicilio nelle quattro settimane precedenti l'elezione?

Chi cambia il domicilio politico nelle quattro settimane precedenti una votazione o un'elezione federale riceve al nuovo domicilio il materiale di voto per tale scrutinio solo se prova di non avere già esercitato il diritto di voto nel domicilio politico precedente.

L'elettore che si trasferisce in un altro comune nelle quattro settimane precedenti lo scrutinio riceve il materiale di voto al nuovo domicilio soltanto se prova di non aver già esercitato il diritto di voto al vecchio domicilio politico. Come può essere fornita questa prova?

I nuovi arrivati consegnano al comune il materiale di voto non ancora utilizzato che hanno ricevuto al vecchio domicilio. Il materiale di voto è considerato inutilizzato se vi è allegata la legittimazione (a seconda dei Cantoni, cartolina o busta recante l'indirizzo dell'elettore e dell'ufficio elettorale). Se gli elettori che cambiano domicilio restituiscono il materiale di voto al comune da cui partono, hanno diritto a un'attestazione in cui si confermi che non hanno ancora votato.

Prescrizioni per le campagne elettorali

I partiti e i candidati possono inviare pubblicità elettorali assieme al materiale di voto ufficiale?

Quali leggi particolari vigono durante la campagna elettorale?

È permessa la pubblicità elettorale alla televisione?

Sono ammessi i manifesti elettorali ai bordi delle strade?

In linea di massima sì, ma per la loro posa è necessaria un’autorizzazione.
Fuori dall’abitato la pubblicità politica ai bordi delle strade è per principio autorizzata se non compromette la sicurezza stradale. Le pubblicità stradali politiche possono essere autorizzate se sono rispettati gli articoli 96 e 97 dell’ordinanza sulla segnaletica stradale (OSStr). La posa o la modifica di pubblicità stradale deve essere autorizzata dall’autorità cantonale competente. Vanno rispettate prescrizioni particolari, ad esempio sulla protezione del paesaggio e degli abitati. La pubblicità stradale e la pubblicità nei campi è vietata nei pressi delle autostrade e semiautostrade (art. 98 cpv. 1 OSStr).

Maggiori informazioni: Pubblicità politica in Svizzera

Fino a quando si possono svolgere sondaggi di opinione sulle elezioni?

In base a un’autoregolamentazione degli istituti demoscopici, negli ultimi dieci giorni prima dell’elezione non si possono più pubblicare risultati dei sondaggi. Non esiste una norma giuridica al riguardo.

Maggiori informazioni: Pubblicità politica in Svizzera

Campagna elettorale

Che ruolo hanno i consiglieri federali durante la campagna elettorale?

I consiglieri federali vengono eletti dopo le elezioni federali dal Parlamento e non dal Popolo. Di conseguenza, ci si attende da loro un certo ritegno durante la campagna elettorale.
«I membri del Consiglio federale danno prova di moderazione per quanto riguarda le attività politiche dei loro partiti (appuntamenti pubblici e pubblicità)». È quanto prevede il «Codice di condotta concernente la partecipazione dei membri del Consiglio federale alle attività del partito» nel Promemoria per i membri del Consiglio federale. I consiglieri federali possono tuttavia esprimersi alle assemblee dei partiti anche prima delle elezioni.

Promemoria per i membri del Consiglio federale

Votare o eleggere per la prima volta

Chi può votare per la prima volta?

Gli Svizzeri che dall’ultima elezione hanno compiuto 18 anni e le persone che dall’ultima elezione hanno acquisito la cittadinanza elvetica. Unica eccezione: per le elezioni del Consiglio degli Stati nel Cantone di Glarona possono votare anche i sedicenni e i diciassettenni. Tuttavia non possono diventare consiglieri agli Stati.

Maggiori informazioni: Votare ed eleggere per la prima volta

Organizzazione delle elezioni federali

I nuovi elettori devono registrarsi?

Devono registrarsi soltanto gli Svizzeri residenti all’estero, annunciandosi alla competente rappresentanza svizzera per potere partecipare alle elezioni del Consiglio nazionale.

Maggiori informazioni: Votare ed eleggere per la prima volta

Chi organizza le elezioni 2019?

I Cantoni sono responsabili delle elezioni in Consiglio degli Stati. Per le elezioni in Consiglio nazionale la Confederazione, i Cantoni e i Comuni collaborano in stretto contatto.

Maggiori informazioni: Organizzazione delle elezioni

Chi comunica e verifica i risultati delle elezioni?

I Comuni organizzano il conteggio dei voti e comunicano il risultato ai Cantoni, che a loro volta verificano i risultati per le elezioni in Consiglio degli Stati. I Cantoni pubblicato poi i risultati delle elezioni del Consiglio nazionale nel foglio ufficiale cantonale e ne informano il Consiglio federale. Quest'ultimo redige un rapporto per il Consiglio nazionale. Il neoeletto Consiglio nazionale convalida le elezioni durante la sua prima seduta.